BLOG

ARTICOLI

Perchè le termocamere nelle infiltrazioni non servono a niente

Ci è capitato spesso di essere contattati da clienti che in fase di raccolta preventivi per il risanamento di infiltrazioni d’acqua o umidità, si stupissero del fatto che noi, al contrario di altre ditte, non usiamo le termocamere per individuare le perdite.

Alla domanda quasi sconcertata del cliente, non possiamo che rispondere semplicemente: “le termocamere nelle infiltrazioni non servono a niente!

Ma vediamo il perché… Qualsiasi tipo di termocamera in commercio (se ne trovano da 200€ fino anche a 15.000€!!) è esclusivamente in grado di tracciare una cosiddetta “mappa di temperatura delle superfici” e quindi di evidenziare zone più calde o più fredde di un edificio, ma nemmeno le più costose sono in grado di mostrare il punto esatto in cui la perdita ha origine.
In concreto sul display sarà visibile solo una zona azzurra-blu, e quindi fredda, spesso molto estesa…Trovare il posto esatto in cui s’infila l’acqua basandosi su quanto si vede sullo schermo sarebbe come trovare un ago in un pagliaio.

A nostro parere, tutto ciò è assolutamente normale, le termocamere non sono state concepite per questo scopo.

Non fraintenderci, questa tecnologia è un ottimo strumento in ambito di riqualificazione energetica, ma dal nostro punto di vista proprio non c’azzecca con la ricerca perdite.

D’altronde, tu ti fideresti forse di un dottore che ti misura la febbre con uno stetoscopio?

Ricorda: l’unico strumento davvero efficace nell’ambito dei risanamenti edili è l’esperienza del tecnico che esamina la tua richiesta, è questo il bello del nostro mestiere. Solo una persona davvero competente, che conosca ed abbia appreso sul campo le varie tipologie costruttive nelle varie epoche, può davvero fare la differenza tra un maldestro tentativo di risanamento ed un intervento risolutivo e garantito.